Embargo russo penalizza la IV gamma della Piana del Sele, intervista a Sangiorgio (Coldiretti)

L'embargo russo ha bloccato l'espansione del settore salernitano di insalatine da taglio e ortofrutticoli freschi, la cosiddetta “quarta gamma”, verso i mercati della Russia. Ad essere penalizzata è soprattutto la Piana del Sele che risente anche dei mancati introiti per la vendita di mozzarelle di bufala e vini.

A lanciare l’allarme è il presidente di Coldiretti Salerno, Vittorio Sangiorgio, che parla di svariati milioni di euro persi per la provincia di Salerno, tra le più penalizzate d’Italia. Per Sangiorgio “la Piana del Sele che produce il 70% del totale nazionale delle insalatine da taglio aveva aperto un nuovo mercato. Ora la Russia si sta orientando verso prodotti di provenienza egiziana, israeliana e bielorussa, un danno enorme per il nostro mercato. La carenza di materia prima – ha concluso Sangiorgio – rischia di alimentare in Russia un mercato di prodotti contraffatti che richiamano il prodotto salernitano, che è il migliore al mondo, ma che salernitano non è, con gravi ripercussioni per i nostri territori".

Riascolta l'intervista a Vittorio Sangiorgio QUI

Vittorio Sangiorgio su embargo russo

Lascia un Commento