ELEZIONI – Trattative sempre in corso

Ufficialmente rinviata alla giornata di giovedì, la riunione del direttivo provinciale del Partito Democratico è, di fatto, ancora aperta, con una serie di riunioni e di incontri che, dalla serata di sabato, si stanno susseguendo a ritmo frenetico. I principali protagonisti delle trattative sono, in questo momento, gli uomini che maggiormente tengono a cuore i destini del PD in provincia di Salerno: Angelo Villani e Vincenzo De Luca.
Le trattative sono entrate nel vivo già nella serata di sabato quando il Presidente della Provincia ed il Sindaco di Salerno si sono ritrovati all’interno di un ristorante della zona Porto per discutere del sistema per uscire dall’empasse nel quale si trova, al momento, il Partito Democratico nel salernitano. La discussione si è spostata dalla cena serale di sabato ad un convegno che si è tenuto domenica mattina a Nocera Inferiore, per poi andare avanti per tutto il pomeriggio di domenica. Quali sono le soluzioni nate intorno al patto dell’Orata? Una lista ufficiale e fortissima targata Partito Democratico, una secondo lista di area, in grado di accogliere le componenti che fanno riferimento ad Alfonso Andria e Carmelo Conte, infine la LISTA DEL PRESIDENTE. Ecco allora semplificato il quadro politico del Partito Democratico. E se gli incontri andranno avanti in maniera positiva il nuovo assetto elettorale del PD sarà ufficializzato nella giornata di giovedì.
Raccontata in questo modo pare quasi che la trattativa sia stata condotta in maniera indolore. E questo non è vero perché a ciascuna delle parti in causa è stato chiesto di fare qualche piccolo sacrificio. E così il sindaco De Luca ha rinunciato a candidare un suo uomo al Collegio Numero 2 del Comune di Salerno nel quale scenderà in campo un candidato legato ad Alfonso Andria. Villani, dal canto suo, rivedrà alcune pedine da mettere in campo per la LISTA DEL PRESIDENTE, pronto ad accogliere non solo i fuoriusciti dal centro destra ma anche alcuni candidati del Partito Democratico.

tratto da www.agendapolitica.it

Lascia un Commento