Elezioni, solo 120 detenuti hanno votato nelle carceri in Campania

Sono stati solo 120 i detenuti nelle carceri della Campania che ieri hanno voluto esercitare il diritto al voto.

Simone Ciambriello, garante dei detenuti della Regione Campania, spiega che sono i detenuti che hanno usufruito della Legge del 23 aprile 1976 che permette l’esercizio del diritto di voto da parte degli imputati di qualsiasi reato mediante la creazione di un’apposita sezione elettorale che all’interno dell’Istituto raccoglierà il voto dei detenuti aventi diritto e che abbiano manifestato al sindaco la volontà di esprimere il voto nel luogo di detenzione.

“Colpisce – spiega Ciambriello – che in 3 carceri (Pozzuoli, Vallo della Lucania e Santa Maria Capua Vetere) non ci sia stata alcuna richiesta di esercitare il diritto di voto. Negli altri Istituti i votanti, sono al disotto di 10 unità”.

Lascia un Commento