Elezioni provinciali a Salerno, alta l’affluenza. Ecco i nomi di tutti gli eletti

Erano più di 1800 gli elettori chiamati al voto ieri per il rinnovo del Consiglio provinciale di Salerno. Diritto spettante solo ai sindaci e ai consiglieri dei 158 comuni salernitani. I seggi allestiti a Palazzo Sant’Agostino sono rimasti aperti dalle 8 alle 20, così come accaduto in altre 37 province italiane. I votanti nel Salernitano hanno raggiunto quasi il 90%.

Sette le liste dei candidati.

Subito dopo la chiusura dei seggi si è svolto lo spoglio.

Il Partito Democratico dovrebbe conquistare tra gli otto e i nove seggi, assicurandosi la maggioranza conquistata due anni fa con l’elezione alla guida di Palazzo Sant’Agostino del sindaco di Sarno, Giuseppe Canfora.

Il sindaco di Salerno, Enzo Napoli, entra in consiglio provinciale con soli 12 voti. Ne attendeva almeno 18.

Bene il vice sindaco di Torchiara, Luca Cerretani.

In Consiglio provinciale gli altri eletti nel Pd dovrebbero essere: Carmelo Stanziola (sindaco Palinuro), Antonio Rescigno (sindaco
Bracigliano), Vincenzo Servalli (sindaco Cava), Antonio Giuliano (sindaco Giffoni Valle Piana), Michele Strianese (sindaco San Valentino Torio), Paolo Imparato (sindaco Padula)

PSI: Pasquale Sorrentino (vicesindaco di San Giovanni A Piro)

FORZA ITALIA: Gregorio Fiscina (cons. comunale Buccino)

CITTADINI PER LA PROVINCIA: Cosimo Ferraioli (sindaco Angri)

FRATELLI D’ITALIA: Giuseppe Fabbricatore, Angelo Cappelli (Battipaglia)

DAVVERO PER IL CENTRO: Ametrano (Vallo della Lucania),  Massimo Cariello (Sindaco Eboli)  Pasquale Mauri (Angri)

Abbiamo commentato l’esito delle elezioni con Nicola Landolfi, segretario provinciale del PD

Riascolta l’intervista di Pino D’Elia

Nicola Landolfi su elezioni provinciali

Lascia un Commento