ELEZIONI – Caro Clemente ti scrivo…

Nell’epoca in cui le comunicazioni viaggiano, a velocità supersonica, tramite internet o sms telefonici, ci sono occasioni in cui bisogna affidarsi ai vecchi strumenti di un tempo. Una lettera o, meglio ancora, un telegramma di cui si conosce il tempo di consegna e che gode anche di un valore giuridico certo e fondato.
Per ufficializzare le decisioni che, oramai, erano nell’aria, questa mattina pezzi da 90 dei Popolari Udeur della Provincia di Salerno hanno affidato ad un telegramma postale la comunicazione del loro addio al partito del Campanile. Gli assessori provinciali Carmine Cennamo e Guerino Terrone, in compagnia dell’assessore comunale di Salerno Augusto De Pascale hanno inviato alla sede romana del partito un telegramma con il quale comunicavano di non condividere la linea politica scelta dal segretario Mastella e, pertanto, di lasciare il partito stesso.
In questo modo i tanti, che hanno deciso di dire basta alla loro avventura politica in compagnia dell’ex Ministro della Giustizia, hanno anche messo la parola fine ai possibili equivoci sul loro futuro: all’orizzonte c’è l’appuntamento con le elezioni provinciali e bisogna mettere a punto simboli e candidati da schierare a sostegno di Angelo Villani.
Tutto questo significa anche che la riunione di giovedì, quando a Salerno arriverà proprio Clemente Mastella, sarà anche l’occasione per una conta vera e propria dei fedelissimi del leader di Ceppaloni. I “fuoriusciti” (che preferiscono definirsi “coerenti”) ovviamente non saranno presenti all’incontro e con loro anche i rispettivi sostenitori. Dall’altra parte il gruppo dei “mastelliani di ferro”, di cui, per il momento fanno parte PAasquale D’Acunzi e Wilma Fezza che dovranno accogliere il segretario nazionale dei Popolari Udeur con particolare calore.

tratto da www.agendapolitica.it

Lascia un Commento