ELEZIONI 2009 – La Carfagna corteggia De Mita

Invitato, corteggiato, citato e ricitato in dichiarazioni ed interviste. Ciriaco De Mita è diventato l’oggetto del desiderio di tutto il Popolo della Libertà della provincia di Salerno tanto da meritarsi una netta distinzione rispetto all’UDC. Il leader di Nusco viene, insomma, considerato l’unico interlocutore qualificato in provincia di Salerno per un eventuale accordo elettorale in vista delle elezioni provinciali.
Da avversario ad alleato il passo, soprattutto in politica, è breve. Nella strategia dell’ex Presidente del Consiglio dei Ministri essere chiamato in causa da tutte le parti che si apprestano ad affrontare la campagna elettorale è motivo non solo di vanto, ma anche di peso specifico nel mondo politico campano. De Mita, come già avvenuto nelle precedenti campagne elettorali, scioglierà la sua riserva solo a pochi giorni dalla scadenza del termine per la presentazione delle liste, centrando, in questo modo, diversi obiettivi.  Primo fra tutti quello di mantenere sempre alta l’attenzione sul ruolo dell’UDC che, a dire il vero, potrebbe essere un partito sopravvalutato. In questo momento l’UDC, sul territorio della provincia di Salerno, non ha esponenti politici che ricoprano ruoli di prestigio e di potere. Anche Giannino Russo, da sempre vicino allo stesso De Mita, è stato estromesso dalla guida dell’ASL SA 1. 
Nel grande condominio che il centro destra vorrebbe costituire insieme all’UDC, in realtà, un movimento che rappresenta il grande centro moderato e cattolico già esiste. E si tratta dell’Alleanza di Centro di Francesco Pionati che, ieri, a Salerno, ha presentato il nuovo organigramma provinciale ed ha ribadito la sua presenza all’interno della coalizione di centro destra, accanto al PDL e a sostegno della candidatura di Edmondo Cirielli. L’ex mezzo busto RAI non si è fermato a questo ma anche affermato di “non avere alcuna voglia di avere in coalizione l’UDC e  De Mita”. Insomma, per quanto possa contare, c’è già chi sbatte i piedi a terra in segno di protesta nei confronti di una possibile alleanza con Ciriaco De Mita.

tratto da www.agendapolitica.it

Lascia un Commento