Edilizia scolastica, solo 5 progetti avviati nel Salernitano. Intervista al Presidente ANCE (AUDIO)

Sono appena 5 i progetti realizzati in provincia di Salerno su oltre 1.200 approvati e finanziati in Italia per la messa in sicurezza delle scuole contro il dissesto idrogeologico e il rischio sismico per un totale di circa 740 milioni di euro da spendere.

Per il Presidente dell’Associazione dei Costruttori ANCE Salerno, Antonio Lombardi, è un altro pessimo esempio delle amministrazioni locali.

Un’altra opportunità svanita. “Il 27 ottobre scorso – spiega Lombardi – è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto che autorizza le Regioni a stipulare mutui con le risorse messe a disposizione dalla Banca Europea per gli Investimenti nell’ambito del Piano annuale 2015 per l’edilizia scolastica. Si tratta di mutui trentennali per circa 740 milioni di euro, a totale carico dello Stato, che permettono agli Enti locali l’accesso ad un finanziamento a fondo perduto per opere di riqualificazione, rinnovamento e messa in sicurezza degli edifici scolastici”.

Gli interventi approvati e finanziati in Campania sono appena 50, su 1.219. In provincia di Salerno i progetti finanziati sono 5 per un totale di circa 10 milioni: riguardano la realizzazione del complesso scolastico Fonti a Sala Consilina (€ 1.775.000); la ristrutturazione, adeguamento e miglioramento degli ambienti della Scuola Media De Amicis di Polla (€ 3.752.258); la ristrutturazione e l’adeguamento impiantistico, la messa in sicurezza e il miglioramento degli ambienti della Scuola Media di Sant’Arsenio (€ 2.265.020,25); la demolizione e ricostruzione della scuola dell'infanzia di Acciaroli nel Comune di Pollica (€1.495.680); e la ristrutturazione straordinaria, messa in sicurezza, adeguamento sismico ed efficientamento energetico del plesso scolastico al casale Prepezzano nel Comune di Giffoni Sei Casali (€ 850.218,17).

 

Abbiamo raccolto il parere del Presidente ANCE, Antonio Lombardi. Riascoltalo QUI

Intervista Antonio Lombardi

Lascia un Commento