Edilizia in crisi, soldi fermi nelle casse degli Enti e operai a casa. La denuncia dell’Aies

E’ la burocrazia lenta e farraginosa la vera causa della mancata ripresa del settore edile. I soldi, milioni di euro, finanziati per realizzare o completare o ammodernare le opere pubbliche, ci sono ma restano fermi in qualche cassetto in attesa di una valanga di documenti che ne autorizzino le spese e intanto il settore muore.

La denuncia è dell’Ance Aies, associazione di categoria il cui presidente provinciale, Vincenzo Russo guiderà domani, martedì, una delegazione convocata in Regione per discutere del problema.

Riascolta l’intervista realizzata da Carmela Santi
Vincenzo Russo, aies

Lascia un Commento