Economia, dazi americani sul limoncello. Preoccupazione tra i produttori di limoni della Costiera

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber

I dazi introdotti dagli Usa sui liquori, e quindi anche sul limoncello, potrebbero colpire una ampia filiera che parte dai produttori di limoni pregiati a quelli del liquore.

 

La preoccupazione riguarda anche i limoni sorrentini e lo sfusato amalfitano che sono alla base della realizzazione del limoncello, liquore finora molto diffuso e non solo tra le comunità italoamericane.

Per il presidente del consorzio limoni Igp Penisola sorrentina, Mariano Vinaccia: “I dazi sono sempre negativi. I ricchi non ne soffrono, la massa dei consumatori americani dovrà rinunciare al Parmigiano o al limoncello. Potranno esserci effetti negativi anche molto significativi sul nostro export”. I produttori di limoni Igp hanno effettuato negli anni un lavoro di sentinelle del territorio, rendendo la terra produttiva economicamente e sottraendola alle speculazioni edilizie. “Assurdo quello che stanno facendo negli Stati Uniti. Mentre dal Giappone e dalla Francia vengono a studiarci come esempio virtuoso, dall’America cercano di farci fallire”, così conclude

 

Per ricevere le nostre notizie in tempo reale, unisciti gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber
 

Lascia un Commento