Ecomafia 2019, Campania prima in Italia per illeciti ambientali. I numeri del rapporto Legambiente

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Quasi metà dei reati ambientali accertati nel 2018 si sono verificati in Campania, Calabria, Puglia e Sicilia. Il dato emerge dal rapporto Ecomafia 2019 di Legambiente, presentato oggi a Roma.

Lo scorso anno, nelle quattro regioni, si è concentrato quasi il 45% delle infrazioni per un totale di 12.597 reati.

Anche quest’anno la Campania domina la classifica regionale delle illegalità ambientali con 3.862 illeciti seguita dalla Calabria che registra comunque il numero più alto di arresti a quota 35, dalla Puglia e dalla Sicilia. La provincia con il numero più alto di illeciti si conferma Napoli con 1.360 reati ambientali, poi Roma, Bari, Palermo e Avellino.

La Campania domina anche la classifica regionale delle illegalità nel ciclo del cemento con 1.169 infrazioni. A Salerno sono state 243. Per il ciclo dei rifiuti a Salerno sono state accertate 138 infrazioni. Le illegalità a danno degli animali circa 100.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.
Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento