Eboli, sospettata di portare droga ai detenuti. Sospesa psicologa

Una psicologa che prestava servizio al carcere di Eboli è stata sospesa e interdetta dall’esercizio della professione per 12 mesi poiché sospettata di aver procurato sostanze stupefacenti ai detenuti.

Le indagini hanno portato alla luce l’esistenza episodi di introduzione e procacciamento di hashish ed eroina all’interno del carcere, un istituto a custodia attenuata per detenuti tossicodipendenti, favorendone il consumo proprio da parte dei soggetti che erano sottoposti a un programma di recupero dalla tossicodipendenza.

Lascia un Commento