Eboli (SA) – Sanità. Sale operatorie senza autorizzazioni. L’ira di Melchionda

Sale operatorie, sala parto, farmacia e anatomia patologica all’ospedale di Eboli senza autorizzazione sanitaria all’esercizio, certificazione antincendio e requisiti minimi strutturali.
Le gravi carenze emergono dalla relazione dei Gruppi di lavoro sulle verifiche delle strutture sanitarie, risorse umane e tecnologiche dei presidi di tutta l’Asl di Salerno. In alcune settimane saranno resi disponibili i risultati su tutti gli ospedali, ma intanto ad Eboli è emersa la necessità di una riarticolazione complessiva degli spazi e di ingenti lavori di ristrutturazione ed adeguamento sia strutturale che impiantistico per una spesa complessiva di circa 1 milione e 650mila euro.
Non si è fatta attendere la reazione del sindaco di Eboli Martino Melchionda che della situazione, dice ai microfoni di RADIO ALFA, ha dovuto apprendere dai mass media e non direttamente dall’Asl. Il sindaco parla di scorrettezza istituzionale da parte dei vertici della Asl. "L’ospedale non si tocca", parola di Melchionda.

Lascia un Commento