Eboli (SA) – Rischio sismico all’ospedale, il sindaco chiarisce

Il sindaco di Eboli Martino Melchionda smentisce le voci circa il rischio sismico dell’ospedale SS. Maria dell’Addolorata, confortato dai dati del “Censimento di vulnerabilità degli edifici pubblici, strategici e speciali nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise e Puglia”. “La struttura ospedaliera di Eboli – afferma – presenta una situazione complessiva nettamente migliore rispetto all’ospedale di Battipaglia”. Melchionda ribadisce che, fatta eccezione per una piccola parte dell’ospedale di Eboli che presenta un grado di vulnerabilità più alto, la restante parte del complesso, quella di più antica realizzazione, è a basso rischio sismico. “Diversa è la situazione dell’ospedale di Battipaglia – sostiene il sindaco – il cui rischio sismico, nel complesso, si conferma medio–alto”. Tuttavia per Melchionda la soluzione al problema potrebbe essere la realizzazione dell’Ospedale Unico della Valle del Sele, che dovrebbe sorgere in località Acquarita ad Eboli, e che potrebbe rappresentare un intervento importante, capace di dare una risposta concreta alla sanità locale.

Lascia un Commento