Eboli (SA) – Ragazza disabile lasciata nell’abbandono e nella sporcizia

Una situazione di gravissimo degrado e di abbandono è lo stato in cui i poliziotti del Commissariato di Battipaglia hanno trovato una ragazza di 24 anni, disabile mentale, ad Eboli. Il padre e i due fratelli, stando agli accertamenti dei poliziotti, la costringevano a vivere in un vero e proprio tugurio, circondata da animali, gabbie di uccelli, lettiere, contenitori di mangime, indumenti sporchi ed escrementi.
La gravissima situazione andava avanti da almeno due anni, da quando cioè, morta la madre, la 24enne era rimasta con le sue disabilità con padre e fratelli che percepivano anche l’accompagnamento. Il padre, 65enne ed i due fratelli, di 38 e di 32 anni, tutti di Eboli, dovranno rispondere del reato di maltrattamenti in famiglia e abbandono di persone minori o incapaci. Nei loro confronti è stata notificata un’ordinanza applicativa di misura cautelare personale emessa dal Tribunale di Salerno con la prescrizione del divieto d’avvicinamento.
Le indagini erano partite a seguito delle frequenti telefonate con cui la stessa ragazza tempestava la Sala Operativa della Questura nel tentativo confuso di chiedere soccorso. I poliziotti hanno dovuto prima rintracciarla. Liberata dai parenti è stata trasferita in un luogo protetto.

Lascia un Commento