Eboli – Proposta per la riorganizzazione dell’ospedale

Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL
Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Il sindaco di Eboli Martino Melchionda ed il Commissario Straordinario del comune di Battipaglia il Prefetto Mario Rosario Ruffo, hanno condiviso una proposta di riorganizzazione degli ospedali di Eboli e Battipaglia. Dal momento che non è possibile realizzare il presidio unico dell’ospedale della Valle del Sele, in cui sarebbero confluite le utenze afferenti ai plessi di Eboli, Battipaglia, Oliveto Citra, Roccadaspide, il Commissario alla Sanità della Regione Campania ha prescritto all’Asl Salerno la redazione di un accorpamento dei Presidi Ospedalieri di Eboli e Battipaglia entro il 30 novembre. La problematica, quindi, riguarda anche i posti letto da ripartire tra i presidi. Siccome il decreto Balduzzi fissa per tutte le Regioni lo standard di 3 posti letto per 1000 abitanti, Melchionda e Ruffo evidenziano che il territorio di Battipaglia ed Eboli è stato penalizzato. Rispetto a questo quadro, la proposta sottoscritta tra Eboli e Battipaglia prevede il mantenimento delle attività di urgenza, quindi si confermano i pronto soccorso, i posti letto di terapia intensiva e dell’Unità di Terapia Intensiva Cardiologica nei due plessi, di Dialisi e Terapia Intensiva Neonatale.

Si riducono i posti letto delle attività di elezione, e si interviene sulla dotazione organica sia di Battipaglia che di Eboli. Resta l’emodinamica ad Eboli, di cui si chiede un potenziamento. Il progetto di accorpamento, inoltre, prevede il mantenimento di ostetricia, pediatria e ginecologia in entrambi i plessi.  

 

 

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp