Eboli, ieri, 16 settembre, cerimonia in memoria del Maresciallo Vincenzo Giudice

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Come ogni anno ieri il comune di Eboli e il Comando provinciale di Salerno della Guardia di Finanza hanno organizzato una cerimonia in ricordo del Maresciallo Vincenzo Giudice, originario di Eboli, che morì nel tragico evento avvenuto 75 anni fa, in Toscana, a Bergiola Foscalina, frazione di Carrara.

Il massacro maturò nel corso dell’estate del 1944, quando Giudice, già reduce della Grande Guerra, era comandante della Brigata costiera di Carrara, e a Bergiola, come rappresaglia per l’uccisione di un soldato tedesco, numerosi civili, tra cui donne e bambini, furono ammassati in una scuola. Giudice si precipitò immediatamente dal comandante della formazione tedesca, offrendo la propria vita in cambio dei civili catturati. L’ufficiale tedesco non accolse la proposta; Giudice insistette ma non riuscì ad evitare il massacro. Furono 72 vittime, tra donne, bambini ed anziani, e tra questi vi erano la moglie e la figlia del maresciallo. 

Per quel gesto, il Maresciallo Maggiore Vincenzo Giudice è stato insignito della medaglia d’oro al valor militare alla memoria, massima onorificenza della Repubblica. Nel corso della cerimonia è stata deposta una corona di alloro davanti al monumento eretto in ricordo, nella piazza principale di Eboli, alla presenza, tra gli altri, del Prefetto Francesco Russo, e del Comandante provinciale dell’Arma, Gianluca Trombetti.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.
Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento