Eboli, controllo straordinario del territorio. Arresti e denunce

Nella giornata di ieri, dalle prime luci del mattino, i militari della Compagnia Carabinieri di Eboli, hanno eseguito a Eboli, in particolare nella località Santa Cecilia, e Campagna un servizio di controllo straordinario del territorio che è terminato nella tarda serata.

In campo un elevato numero di pattuglie che si sono dedicate al controllo della circolazione stradale ma anche di numerosi esercizi commerciali. Tra questi, è stata sottoposta a sequestro una macelleria sulla litoranea, per violazioni inerenti le norme sulla sicurezza sui luoghi del lavoro e quelle sanitarie. Durante le fasi del sequestro, il proprietario, un 48enne di origini marocchine, ha cercato di colpire i Carabinieri con una bombola del gas e ferendo lievemente un militare. L’uomo è stato bloccato e posto ai domiciliari.

A Campagna, un 29enne extracomunitario è stato sorpreso mentre spacciava marijuana all’interno di un centro per richiedenti asilo. Nonostante il tentativo di fuga, è stato bloccato e sottoposto a perquisizione personale e domiciliare, al termine della quale sono stati scoperti e sequestrati numerosi involucri di marijuana. Il ragazzo ora è ai domiciliari.

Nel centro ebolitano, durante i mirati controlli serali alla circolazione stradale, sono stati denunciati due uomini poiché sorpresi alla guida senza patente ed è stato individuato e bloccato un pregiudicato del posto successivamente arrestato poiché evaso dai domiciliari cui era sottoposto per il reato di concorso in un’estorsione. 

I controlli dei militari si sono estesi anche a due istituti di scuola superiore di Eboli dove, con l’ausilio delle unità cinofile, sono stati eseguiti passaggi a tappeto all’interno delle classi. Al termine delle operazioni i militari hanno scoperto e sequestrato diverse dosi di hashish segnalando 2 studenti minorenni all’Autorità Prefettizia, poiché trovati in possesso di modica quantità di stupefacente.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento