Eboli, cittadino marocchino si sente male, nessuno lo soccorre e muore. La dura reazione di Fatiha Chakir

E’ dura la reazione che arriva dalla comunità marocchina di Eboli dopo quanto accaduto ieri.

Un cittadino originario del Marocco ha avvertito un malore a pochissima distanza dall’ospedale cadendo a terra privo di sensi. Nessuno lo ha soccorso finché in zona è arrivato un volontario del soccorso. Quando è arrivato in ospedale per lui non c’era già più nulla da fare.

Aveva 52 anni, una moglie, 4 figli e viveva a Campolongo.

A condannare con forza quanto accaduto è Fatiha Chakir, giornalista e mediatrice culturale 

Ascolta
Chakir condanna Eboli


Lascia un Commento