Eboli, Cariello chiede l’istituzione di un Tribunale Ordinario

Il sindaco di Eboli, Massimo Cariello, ha indirizzato una lettera al Ministro della Giustizia per chiedere l’istituzione del Tribunale ordinario. Dopo avere assicurato alla città e al territorio la permanenza dell’Ufficio del Giudice di Pace, l’Amministrazione comunale chiede che il Ministro della Giustizia valuti la possibilità di istituire una sezione autonoma, ad Eboli, del Tribunale. Nella lettera, Massimo Cariello, ha rivolto la richiesta, corredata da motivazioni, benefici ed attuali disagi, direttamente al Ministro della Giustizia.

Nella lettera, il sindaco di Eboli ricorda come la soppressione della sezione distaccata del Tribunale abbia sguarnito un bacino d’utenza di 34 comuni, con oltre 200.000 abitanti, di una sede giurisdizionale penale e civile, appesantendo la sede di Salerno, già gravata da un carico di lavoro eccessivo.

Per il primo cittadino,  il Tribunale aveva una ricaduta positiva sulla vita dei cittadini, è stata occasione di risveglio civile e sociale e di sviluppo. In occasione dell’inaugurazione della nuova sede del Giudice di Pace ad Eboli, il presidente del Tribunale di Salerno, Giovanni Pentagallo, aveva ricordato quanto fosse stata sbagliata la scelta di sopprimere il Tribunale ad Eboli.

Massimo Cariello ha fatto recapitare la lettera indirizzata al Ministro anche ai parlamentari ebolitani, nella speranza che possano sostenere il grande progetto per il territorio, ed alle due associazioni forensi che operano sul territorio cittadino.

Lascia un Commento