Dragaggio al Porto di Salerno, la Cgil chiede di fare presto con i lavori

Soddisfazione dal sindacato Cgil di Salerno per l’assegnazione dei lavori di dragaggio nel porto di Salerno, ritenuti indispensabili per limitare il fortissimo danno economico strutturale, derivante dall’impossibilità di attracco per navi commerciali e da crociera di grandi dimensioni.

Secondo il sindacato, è necessario riqualificare rapidamente ed adeguare l’infrastruttura portuale per far fronte al “gigantismo navale” e preservare la competitività dello scalo; un porto incapace di ospitare mega navi è un porto che rischia di essere emarginato negli schemi commerciali. 

Il segretario generale Sessa, quello della Filt Arpino e il segretario dei portuali D’Agostino evidenziano che il porto di Salerno segna una perdita dei traffici containers intorno al 20% e di merci alla rinfusa intorno al 10%. In più l’opera di pescaggio permetterà alle navi da crociera, che adesso attraccano nel Porto Commerciale, di spostarsi alla “Stazione Marittima”, permettendo l’ingresso di navi merci al molo 8.

La Cgil assicura la massima attenzione affinché quest’opera del dragaggio si realizzi in tempi brevi, poiché si tratta di un progetto strategico ed una grande opportunità occupazionale per tutto il territorio salernitano.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento