DOSSIER PER SCREDITARLO, CALDORO AMAREGGIATO

Stefano Caldoro, presidente della Giunta regionale della Campania, si è detto amareggiato per il presunto complotto nei suoi confronti, di cui si parla in questi giorni. Complotto deciso a tavolino con lo scopo di screditarlo per costringerlo a non candidarsi alla Regione, favorendo il coordinatore regionale del Pdl, Nicola Cosentino. Secondo quanto è finora emerso, il dossier, di cui ha parlato anche De Luca, doveva essere diffuso con false notizie infamanti per rovinare Caldoro. Il governatore si trova a gestire una difficile situazione interna alla sua giunta visto che nell’indagine è comparso anche il nome di Ernesto Sica, assessore all’avvocatura intercettato mentre parla della "bomba" che uscirà sui giornali. Sica, ieri, non ha preso parte alla riunione di giunta e al momento non ha fatto sapere se continuerà ancora a far parte dell’esecutivo regionale.

Lascia un Commento