Doppia operazione anticamorra nel Salernitano. Ecco i primi dettagli

Doppia operazione anticamorra in due parti del territorio salernitano.

A Scafati e nell’Agro-Nocerino, alle prime ore dell’alba, personale della D.I.A. e i Carabinieri, hanno arrestato quattro persone considerate come la nuova espressione dello storico gruppo camorristico “Loreto-Ridosso”. Giovanni Fusco, Giuseppe Fusco, Alessandro Maddaloni e Raffaele Esposito. I primi due, padre e figlio, commerciano auto. Sono conosciuti col soprannome “e cangian”. Maddaloni è un imprenditore nel settore carburanti e auto. Residenti a Mariconda sarebbero coinvolti in alcuni episodi di estorsione a due noti imprenditori del settore ortofrutticolo tra Pompei e Scafati.

Contemporaneamente nella Piana del Sele, sempre con l’accusa di diverse estorsioni nei confronti di imprenditori locali, sono finite in manette 5 persone contigue al gruppo camorristico “Pecoraro-Renna”. Si tratta del boss, Sergio Bisogni; il referente del sodalizio criminale su Pontecagnano, Francesco Mogavero; e gli affiliati Maurizio De Martino, Sergio Rainone e Francesco Sessa, picchiatori del clan e responsabili di incendi di escavatori e veicoli commerciali ai danni di imprenditori locali.

Lascia un Commento