Distributori carburanti, videoconferenza con il Governo per scongiurare chiusura

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo
Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL

“Cominciano a delinearsi i primi interventi urgenti necessari ad evitare le chiusure degli impianti di distribuzione carburanti per mancanza di liquidità di cui stanno drammaticamente soffrendo le piccole imprese di gestione”.

Così le associazioni di categoria Faib, Fegica e Figisc/Anisa commentano l’esito della videoconferenza convocata ieri dal ministro dello Sviluppo Economico, con i principali operatori del settore, rappresentanti del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, Ministero del Lavoro, Ministero dell’Economia e Finanza e dell’Agenzia delle Entrate.

In definitiva il Governo ha precisato di voler operare in una doppia direzione: verificare le risorse che da concessionari e compagnie possono e debbono essere a disposizione dei Gestori, agendo con misure proprie per completare gli interventi necessari. Per quanto di sua competenza, infatti, l’Amministrazione ha assunto l’impegno a provvedere al reperimento dei dispositivi medici necessari alle aree di servizio autostradali, così come ha assicurato provvedimenti a favore dei Gestori nell’ambito degli interventi previsti a beneficio delle piccole e medie imprese. Sarà posticipata anche la prossima entrata in vigore degli obblighi relativi alla trasmissione telematica dei corrispettivi.

 

Inoltre, il Ministero dei Trasporti ha ottenuto la disponibilità dalla quasi totalità dei concessionari autostradali di effettuare un intervento sui canoni di sub concessione, per mettere a disposizione delle gestioni una parte della liquidità necessaria a scongiurare la chiusura.

I concessionari hanno dato la loro disponibilità a permettere una turnazione delle aperture, pur mantenendo le necessarie garanzie sulla continuità del servizio, oltre a farsi carico della sanificazione delle aree di servizio ed a consegnare i presidi medici, una volta reperiti da Governo e Protezione Civile.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp