Disinnesco ordigno bellico a Battipaglia domenica 8 settembre, il piano operativo di evacuazione

Domenica 8 settembre, a Battipaglia, sarà disinnescato l’ordigno bellico della seconda guerra mondiale, di fabbricazione inglese, trovato a marzo in un terreno di località Spineta.

Per le operazioni di disinnesco e la bonifica dell’area è stato attivato il centro operativo comunale sulla base delle decisioni del tavolo di coordinamento istituito con la prefettura di Salerno. Il piano operativo di evacuazione prevede 3 fasi e costerà all’incirca 86mila euro. 

Le operazioni di disinnesco saranno eseguite dagli specialisti del XXI Reggimento Genio Guastatori dell’esercito italiano.

La prima fase prevede l’evacuazione della popolazione entro 1.6 km dal luogo del ritrovamento. Dalle 5 ed entro le 8 del mattino tutti i cittadini dovranno obbligatoriamente lasciare le loro abitazioni. Coloro che hanno già un posto in cui andare sono invitati a farlo già dalla sera prima. Tutta l’area sarà controllata da moltissime unità delle forze dell’ordine, che con mezzi e attrezzature, garantiranno l’anti sciacallaggio e il controllo della zona rossa. L’evacuazione è obbligatoria. Se non sarà rispettato, si verrà puniticon l’articolo 650 del codice penale.

La fase 2 prevede invece le operazioni di disinnesco dell’ordigno e la bonifica del posto.

Una volta che l’area verrà bonificata e quindi verrà dichiarata sicura, scatterà la fase 3 scon la riapertura dei varchi e tutti i cittadini potranno rientrare nelle loro case.

Per tutte le informazioni si può contattare il numero unico di emergenza ordigno bellico: 335.15.37.223.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento