Disinnesco bomba a Battipaglia, dal 28 agosto dimessi i pazienti ricoverati in ospedale

A partire da domani 28 agosto all’ospedale Santa Maria della Speranza di Battipaglia saranno dimessi tutti i pazienti ricoverati.

Un’operazione che terminerà entro il 4 settembre, quando si fermerà anche il Pronto Soccorso. L’ospedale di Battipaglia, infatti, dovrà svuotarsi perchè è interessato dall’evacuazione prevista l’8 settembre, quando gli artificieri del 21esimo Reggimento Guastatori di Caserta effettueranno il disinnesco della bomba delle seconda guerra mondiale trovata a marzo scorso in località Spineta. Il personale medico e infermieristico dal 5 settembre all’8 settembre sarà impiegato all’ospedale di Eboli dove verranno smistati una parte di pazienti. Il presidio ospedaliero di Battipaglia resterà chiuso per 4 giorni.

Non solo l’ospedale è interessato dall’evacuazione: saranno evacuati le sedi di Commissariato, Carabinieri e Guardia di Finanza, Municipio e Polizia Municipale. Inoltre saranno interrotte la circolazione sull’Autostrada A2 del Mediterraneo e sulla Statale 18 e la circolazione dei treni sulla linea Salerno-Reggio Calabria e linea Battipaglia-Potenza-Metaponto. Verrà sospesa anche l’erogazione idrica, l’energia elettrica, di gas e linee telefoniche fisse e mobili.

Stamani, nuova riunione operativa in Prefettura per mettere a punto il piano di evacuazione che interesserà complessivamente 36mila cittadini battipagliesi. Le operazioni di domenica 8 settembre dureranno tra le 8 e le 12 ore.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento