Diritti degli animali, maglia nera per la Campania. Le criticità sottolineate dal Garante Cervasio

Estate da maglia nera per la Campania in tema di diritti degli animali. “Magistratura e forze dell’ordine intervengano con maggiore efficacia”.

La richiesta arriva dal Garante dei diritti degli animali di Napoli, Stella Cervasio.

“Un’estate da record negativi per la regione Campania, seconda solo alle persecuzioni agli orsi del Trentino” aggiunge, in una nota, Cervasio. Secondo il Garante, la gente, molto attiva solo sui social, non si sente incoraggiata a denunciare perché gli interventi delle forze dell’ordine e della magistratura sono blandi quando si tratta di animali, nonostante tutte le Carte dei diritti sancite a loro favore in giro per il mondo. Eppure, afferma il Garante, “ci sono molte cose che si possono fare prima dei processi: come mettere agli arresti domiciliari chi ha così evidentemente seviziato un cane come accaduto di recente a Melito. O punire magari chi ha aizzato il pitbull contro la polizia.

Conclude Cervasio: “Nota di demerito per la Regione, che, tagliando i fondi alla sanità veterinaria, limita gravemente il lavoro delle Asl”. Infine, denuncia ritardi sull’attuazione della nuova legge regionale sugli animali d’affezione che avrebbe impedito le centinaia di cani abbandonati sui balconi di questa estate da dimenticare.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento