Diffida per i vertici dell’ente Parco Nazionale Cilento, Vallo di Diano e Alburni da parte dell’USB

“Gli atti dell’Ente Parco Nazionale del Cilento-Vallo di Diano-Alburni sul personale sono illegittimi e vanno ritirati”.

E’ la richiesta che arriva dall’intervento dell'Unione Sindacale di Base che ha fatto una diffida lo scorso 9 giugno, inviandola al commissario del Parco Amilcare Troiano, al direttore Angelo De Vita, ai revisori dei conti, al Ministero dell'Ambiente e alla Corte dei Conti.

Nella diffida l’organizzazione sindacale ha chiesto la revoca in autotutela del contestato Piano della Performance ed il ritiro immediato di una determina nonchè degli ordini di servizio consegnati ai dipendenti perchè, secondo l’USB, ci sarebbero gravi profili d'illegittimitá.

Oltre ai rilievi di natura legale la USB paventa anche possibili futuri danni da disservizio ed erariali in quanto le risorse umane, così come organizzate, non permetterebbero di raggiungere gli obiettivi strategici dell'Ente Parco Nazionale secondo criteri di efficienza, efficacia ed economicità

Lascia un Commento