Detenuto sarà risarcito per detenzione disumana nel carcere di Fuorni

Dovrà essere risarcito per aver subito un trattamento disumano all’interno del carcere di Fuorni a Salerno, un detenuto 41enne di Salerno.

Per 295 giorni, come racconta il Mattino, è stato in una cella con altri sette detenuti potendo usufruire di uno spazio vitale di appena un metro quadro. E’ stato violato l’articolo 3 della Convenzione europea dei diritti dell’uomo. La sentenza che condanna il ministero della Giustizia al risarcimento della somma di 2.360 euro è del giudice Giorgio Jachia della sezione civile del Tribunale di Salerno. Ha accolto il ricorso avanzato dai legali Dario Barbirotti ed Anna Sassano.

In base a quanto stabilito dalla legge sull’ordinamento penitenziario il detenuto ha diritto all’erogazione di 8 euro per ogni giorno vissuto in condizioni inumane.

Lascia un Commento