Detenuti in rivolta al carcere di Salerno, le proposte dell’avvocato Michele Sarno

Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL
Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Ammonterebbero a centinaia di migliaia di euro i danni causati al carcere di Salerno dai detenuti in rivolta, sabato, dopo l’annuncio della sospensione dei colloqui con i familiari per limitare il rischio di un contagio da Coronavirus.

Devastata la prima sezione, al secondo piano, dove sono state distrutte le postazioni degli agenti, la linea telefonica e il sistema di videosorveglianza, i vetri dei finestroni sono stati infranti dai detenuti saliti sul tetto. Anche le inferriate erano state danneggiate ma sono state già saldate. Resta quindi massima l’attenzione a Fuorni, dove la tensione è ancora alta, anche a causa della protesta dei familiari dei detenuti fuori dal carcere. Ieri nella prima sezione si è registrata una protesta ma senza danni da parte dei detenuti che contestavano l’inasprimento della decisione a tempo indeterminato dopo i disordini avvenuti sabato.

Sul sistema giustizia abbiamo raccolto la proposta del già Presidente della Camera Penale di Salerno, l’avvocato Michele Sarno

 

avvocato Sarno

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp