Delitto Fornelle a Salerno, il pm chiede 21 anni per Daniela Tura De Marco

E’ di 21 anni di reclusione la pena richiesta del pm Elena Guarino per Daniela Tura De Marco, al processo in Corte d’Assise a Salerno per l’omicidio del padre carrozziere, avvenuto il 19 febbraio 2016, nella sua abitazione delle Fornelle, centro storico di Salerno.

Ad ucciderlo a coltellate fu il fidanzato di Daniela, Luca Gentile già condannato a 16 anni. Daniela è accusata di concorso morale nell’omicidio del padre.

Ieri, il pubblico ministero ha definito la ragazza: “Forte e fragile, tenera e terribile”. Durante la requisitoria il pm titolare dell’inchiesta ha ripercorso la vita di Daniela Tura De Marco, il suo doloroso vissuto fatto di abusi, maltrattamenti e violenze poste in essere dai genitori. Esperienze negative che – come scrive Le Cronache – hanno profondamente segnato la ragazza che secondo il Pm avrebbe poi istigato in qualche modo Luca Gentile, il ragazzo che entrando nella sua vita, in qualche rappresentava la svolta positiva.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento