Delitto di Agropoli, il sindaco Coppola “cruento e inspiegabile”

“Un delitto cruento e inspiegabile che ha sconvolto tutta la comunità”.

Così il sindaco di Agropoli, Adamo Coppola commenta la morte della donna 50enne di origini cinesi trovata nella sua abitazione, tra via Risorgimento e via Caravaggio, legata mani e piedi e nuda nel suo letto.

Il primo cittadino racconta che l’edificio si trova in una zona centrale della città, nei pressi del lungomare.

“Speriamo che qualche telecamera dei negozi abbia catturato qualcosa di utile – auspica il sindaco Adamo Coppola – per i carabinieri che indagano sull’accaduto”. Presumibilmente il delitto risale a tre, quattro giorni fa, quindi è possibile che sia avvenuto a Capodanno. Se così fosse, sarebbe più difficile individuare qualcosa di sospetto, in un momento di grandi festeggiamenti e di via vai di tanta gente per le strade cittadine. “Spero – poi conclude coppola – che si trovi presto il colpevole di questo atroce delitto. Siamo una città tranquilla dove episodi del genere non avvengono”.

 

Lascia un Commento