Daspo a 22 ultrà per match Salernitana-Casertana. 10 i segnalati per vari reati

Ventidue Daspo, divieti di partecipazione ad eventi sportivi, di cui 11 della durata di 5 anni, sono stati emessi ieri dalla Questura di Salerno a seguito degli episodi di violenza, avvenuti prima e dopo la partita Salernitana-Casertana dello scorso 9 maggio nel campionato di Lega Pro.

Tra i 22 colpiti dal provvedimento, 10 sono le persone segnalate all'autorità giudiziaria poiché ritenute responsabili, a vario titolo e in concorso tra loro, di violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale; per aver preso parte attiva ad episodi di violenza su persone o cose in occasione di manifestazione sportiva; per aver incitato, inneggiato o indotto alla violenza. Reati aggravati in quanto commessi da persone travisate e da più persone riunite.

Lo scorso 9 maggio al termine della partita, durante il deflusso della tifoseria ospite, diversi facinorosi di fede granata, armati di cinghie ed oggetti contundenti, si accalcarono nel piazzale di fronte il settore distinti tentando ripetutamente di scavalcare il cordone di polizia predisposto a protezione del percorso dei pullman della tifoseria casertana che si stavano allontanando dallo stadio. Inizio' un lancio di fuochi pirotecnici e oggetti contundenti verso tifosi ospiti e forze dell'ordine.

Alcuni facinorosi salernitani sfondarono il cordone di polizia, provocando il blocco della carovana di pullman e il conseguente tentativo dei tifosi casertani di venire a contatto con quelli salernitani. L'attività investigativa è tuttora in corso per individuare altre persone responsabili dei disordini.

Lascia un Commento