Danni per angioplastica in ritardo, risarcimento di 400mila euro per un 40enne di Sicignano

L’azienda ospedaliera universitaria di Salerno condannata a pagare un risarcimento di 400mila euro ad un paziente danneggiato per aver subito un intervento di angioplastica in ritardo.

La vicenda risale al 2014, quando al Ruggi un uomo di 40 anni di Sicignano degli Alburni venne sottoposto all’intervento ma il suo cuore subì dei danni permanenti per un ritardo nell’intervento.

Il 40enne denunciò l’accaduto e la vicenda è finita all’attenzione della sezione civile del Tribunale di Salerno che ha condannato l’ospedale al risarcimento dei danni materiali confermati anche da una perizia medico-legale disposta dal tribunale sullo stesso paziente.

Un danno permanente dovuto a negligenza.

Lascia un Commento