Da ieri il Monte Cervato è la prima vetta in Italia cardioprotetta

Da ieri il Monte Cervato, la vetta più alta della Campania, è cardioprotetto. In occasione della riapertura del santuario mariano della Madonna della Neve, infatti, ieri è stato donato un defibrillatore automatico al personale laico dell’antica arciconfraternita Maria SS della Neve.

L’iniziativa è stata fortemente voluta dall’associazione SapieNza onlus, presieduta da Pasquale Citera, che, nelle scorse settimane, ha anche organizzato un corso BLS-D rivolto al personale. Il progetto è stato realizzato anche con la collaborazione dell’imprenditore di Sanza Vito Citera da anni trasferitosi in Trentino Alto Adige.

Soddisfatto il Presidente Citera, che ha ricordato come il Cervato sia diventato l’unica vetta italiana cardioprotetta: “Un primato che ci pone ai vertici nazionali per prevenzione ed attenzione alle esigenze della popolazione” ha detto.

Lascia un Commento