Crisi della castanicoltura nel Cilento, arrivano i primi fondi dalla Regione Campania

Dalla Regione Campania arrivano i fondi per fronteggiare la crisi che ha colpito il comparto della castanicoltura anche sul territorio salernitano.

La responsabile del dipartimento della salute e delle risorse naturali, Denise Bruno, con decreto dirigenziale 162 dello scorso 30 novembre, ha approvato l’elenco definitivo dei progetti ammissibili a finanziamento, nell’ambito dell’emergenza territoriale causata dal cinipide galligeno che ha colpito moltissimi castagneti.

Nel Cilento i fondi vanno al Comune di Cuccaro Vetere (ambito comunità Montana Bussento – Lambro e Mingardo e comuni limitrofi) beneficiario di circa 28mila euro, corrispondenti a 101 lanci nell’ambiente dell’insetto torymus sinensis, il parassita antagonista del cinipide.

All’associazione Castanicoltori Campani (comunità montana Calore Salernitano, Alento Monte Stella) 27.440 euro, anche in questo caso i lanci previsti ammontano a 140; Comunità Montana Vallo di Diano-Gelbison-Cerviati, Tanagro, Alto e Medio Sele-Alburni, 27.440 euro pari a 140 lanci.

Lascia un Commento