Covid, un decesso a San Valentino Torio. Il sindaco Strianese chiede aiuto al governo

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber

La crisi sanitaria da coronavirus è in una delle fasi più delicate. Nel Salernitano ancora decessi di persone positive al covid.

 

Il sindaco di San Valentino Torio, Michele Strianese, che è anche presidente della Provincia di Salerno ha annunciato ieri sera il decesso di una donna cittadina di San Valentino, che purtroppo è stata sopraffatta dal coronavirus.

In paese e in tutto il territorio salernitano i casi aumentano e quindi bisogna avere maggiore consapevolezza. “Non tutti – dice Strianese – stanno facendo la propria parte. Non tutti assumono le medesime responsabilità rispetto a questa drammatica pandemia. Non tutti rispettano le regole. Ancora troppa gente a zonzo senza motivo. Ancora troppe persone a spasso senza mascherina”. Purtroppo in questo momento, nonostante la situazione sanitaria sia molto più complessa di un anno fa, lo stato centrale non sta sostenendo i comuni adeguatamente, soprattutto sul piano dei controlli del territorio.

I Comuni, insieme alle locali Stazioni dei Carabinieri, non riescono a sopperire alla mole di controlli che invece sarebbe necessaria per richiamare, contrastare e sanzionare tutte le infrazioni che quotidianamente si verificano. Da qui l’invito ancora alla responsabilità che arriva dal sindaco-presidente Strianese il quale chiede allo Stato di dare una mano ai territori, molti dei quali sono abbandonati a loro stessi.

Strianese sostiene che non sono stati dati più fondi ai Comuni per le sanificazioni e neanche per incentivare i controlli dei vigili urbani. Nessuna notizia neanche sul fronte del sostegno ai bilanci comunali per le mancate entrate, che si verificheranno anche quest’anno, visto il protrarsi della crisi economica e sociale. Strianese invoca un maggior impegno il nuovo governo.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento