COSENZA – Fatture false per 40 mln di euro, 39 fermi

Operazione della Guardia di finanza di Cosenza, che ha eseguito 39 provvedimenti di fermo emessi dalla Procura di Paola, nei confronti di persone accusate di truffa, riciclaggio e false fatturazioni. L’operazione scaturisce da un’indagine iniziata l’anno scorso e riguarda numerosi episodi di truffe in provincia di Cosenza. Tra i destinatari dei provvedimenti di fermo c’é un sottufficiale della Guardia di finanza, e alcuni imprenditori cosentini. Gli investigatori hanno scoperto un giro di false fatturazioni per un importo di circa 40 milioni di euro. Sono stati scoperti anche un giro d’usura con l’utilizzo di assegni post-datati, che erano a garanzia dei prestiti, e un complesso sistema per riciclare il denaro in altre regioni italiane. Per 27 dei 39 destinatari dei provvedimenti di fermo è stata disposta la detenzione in carcere. Gli indagati in tutto sono 75 e sono accusati a vario titolo di associazione per delinquere, frode fiscale, truffa, usura, riciclaggio e reinvestimento di capitali di provenienza illecita. I provvedimenti cautelari, oltre che in Calabria, sono stati eseguiti anche nelle province di Napoli, Pescara, Ascoli Piceno, Rimini, Ravenna, Forlì e Pavia.

Lascia un Commento