Corruzione, truffa e falso. Rinviato a giudizio il giudice salernitano Mario Pagano

Il giudice salernitano, originario di Roccapiemonte, Mario Pagano, è stato rinviato a giudizio dal Giudice per l’Udienza Preliminare del Tribunale di Napoli, Luisa Toscano, che ha accolto quindi la richiesta di giudizio immediato avanzata dai pm e dal procuratore aggiunto Alfonso D’Avino.

Al magistrato vengono contestati otto episodi di corruzione nonché l’accusa di truffa e falso quando era in servizio al Tribunale Civile di Salerno.

In particolare Pagano è accusato di aver fatto in modo che gli venissero assegnate cause civili ai quali erano interessati amici imprenditori per adottare decisioni a loro favorevoli.

Il processo comincerà il 16 aprile davanti alla prima sezione del Tribunale di Napoli.

Nel dicembre scorso Pagano finì agli arresti domiciliari e venne sospeso dal Consiglio Superiore della Magistratura, dalle funzioni e dallo stipendio su richiesta del ministro della Giustizia, Andrea Orlando, che nei suoi confronti ha promosso un’azione disciplinare

Lascia un Commento