Corruzione in atti giudiziari, 14 misure cautelari. Coinvolti anche due giudici tributari. Aggiornamenti

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Due giudici tributari, 2 dipendenti amministrativi della Commissione Tributaria regionale, 6 imprenditori e 4 consulenti fiscali questa mattina sono stati arrestati dalla Guardia di Finanza di Salerno con l’accusa di corruzione in atti giudiziari. L’ordinanza è stata emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Salerno su richiesta della locale Procura.

Secondo le indagini delle Fiamme Gialle, gli indagati avevano creato un efficace sistema per pilotare le procedure e condizionare a favore degli imprenditori, l’esito di procedimenti tributari originati da accertamenti dell’Agenzia delle Entrate o dalla Guardia di Finanza. Le indagini hanno consentito di riprendere anche la consegna delle mazzette ai due dipendenti arrestati che trattenevano la loro parte e consegnavano il resto del denaro ai due giudici tributari.

La consegna del denaro avveniva il giorno prima della decisione della Commissione Tributaria Regionale  e in luoghi particolari, tra i quali l’ascensore della sede della Commissione. Gli importi pagati ai due giudici per ottenere sentenze favorevoli variavano tra i 5mila ed i 30mila euro.

In alcuni casi sono state state promesse altre utilità, come ad esempio l’assunzione del figlio di uno dei giudici da parte di una società coinvolta nelle indagini. La Finanza ha accertato almeno 10 procedure che sono state condizionate da episodi di corruzione comportando un mancato pagamento di imposte dovute per un totale di circa 15 milioni di euro. Una società di Siano ha ottenuto la cancellazione di un debito verso il fisco di oltre 8 milioni di euro. Un’altra di Salerno si è vista annullare, grazie al pagamento di mazzette, un debito verso l’erario pari a 1 milione di euro.

Oltre ai 14 arresti la Finanza oggi ha effettuato delle perquisizioni che hanno permesso di sequestrare ad uno degli indagati la somma di 50mila euro.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.
Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Lascia un Commento