Coronavirus, stop a prestazioni sanitarie, il parere di Nicola Ricci (Cgil Campania)

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber

Sospendere le attività ambulatoriali prestate da aziende ospedaliere, istituti di ricerca e Asl per effetto dell’emergenza Coronavirus significa privare i cittadini del diritto alla salute.

 

Ad affermarlo è il segretario generale Cgil Campania, Nicola Ricci, che, pur apprezzando gli sforzi del personale sanitario, e rispettando le decisioni delle istituzioni, sottolinea i gravi disagi che gli utenti potrebbero subire per gli effetti di questa decisione. Per Ricci ai cittadini va assicurato ancora di più l’accesso alle cure, proprio in ragione dell’emergenza Coronavirus che sta interessando la regione.

Inoltre non si possono lasciare a casa, senza copertura retributiva, i lavoratori della sanità privata e del terzo settore impegnati in quei servizi.

Ascolta l’intervista
Nicola Ricci

 

Per ricevere le nostre notizie in tempo reale, unisciti gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber
 

Lascia un Commento