Coronavirus, miglioramenti su due pazienti trattati con un farmaco

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber

Due pazienti affetti da polmonite severa Covid 19 sono stati trattati all’Azienda ospedaliera dei Colli a Napoli con un farmaco che a distanza di 24 ore dall’infusione, ha  evidenziato incoraggianti miglioramenti soprattutto in uno dei due pazienti, che presentava un quadro clinico più severo.

Il farmaco in questione, utilizzato grazie una collaborazione tra l’Azienda ospedaliera dei Colli e Istituto nazionale tumori Fondazione Pascale, è il  tocilizumab, un farmaco off label anti interluchina 6 che viene solitamente utilizzato nella cura dell’artrite reumatoide. E’ un farmaco di elezione nel trattamento della sindrome da rilascio citochimica dopo trattamento con le cellule CAR-T. Naturalmente mai come in questi casi è necessaria la massima cautela, per non alimentare anzitempo speranze che potrebbero rivelarsi ingiustificate.

 

“Nell’esperienza cinese – spiegano i medici – sono stati 21 i pazienti trattati che hanno mostrato un miglioramento importante già nelle prime 24-48 ore dal trattamento, che si effettua con un’unica somministrazione e che agisce senza interferire con il protocollo terapeutico a base di farmaci antivirali utilizzati”.

Sulla scorta di questi primi elementi si sta valutando la possibilità di trattare altri pazienti in condizioni critiche.

 

Per ricevere le nostre notizie in tempo reale, unisciti gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber
 

Lascia un Commento