Coronavirus, il sindaco di Scala “turismo paga prezzo più alto”

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo
Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL

“I lavoratori del comparto turistico sono quelli che stanno pagando il prezzo più alto e se non verranno prese serie misure, tutta la struttura ad essi collegata andrà distrutta, se non addirittura persa”.

A dirlo è Luigi Mansi, sindaco di Scala, il paese più antico della Costiera Amalfitana che interviene su una problematica di cui ci stiamo occupando qui a Radio Alfa sin dal primo momento dell’emergenza sanitaria.

 

Il primo cittadino di Scala è stato protagonista di una intervista con il portale sanfrancesco.org, diretto da padre Enzo Fortunato, molto legato al paese della Costiera Amalfitana.

“Il profilo occupazionale del nostro territorio è di tipo stagionale – ha spiegato il sindaco Mansi – e si comprenderà quanto sia stato difficile soprattutto per i capofamiglia non riprendere a lavorare dopo il periodo di stop invernale e ritrovarsi senza reddito”. La stagione turistica infatti normalmente inizia con le festività di Pasqua, ma quest’anno così non è stato come è noto. Secondo il sindaco di Scala, per il comparto turistico è importante ad oggi mantenere un elevato marketing visivo, perché la nostra terra è sempre appetibile sia in Italia che all’estero, ed essere competitivi permetterà di ritornare quanto prima alla normalità finita l’emergenza. “Ma – ha sottolineato Mansi – tutto questo non sarà possibile se non verranno adottate misure di aiuto e sostegno alle imprese turistiche e di conseguenza ai lavoratori”. 

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp