Coronavirus, De Luca “contributo extra ai medici e infermieri” poi chiarisce “no polemiche tra nord e sud”

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo
Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL

“Non c’è da aprire in maniera strumentale e sgangherata dibattiti e idiote polemiche tra nord e sud. Mi auguro che questa abitudine nazionale di aprire polemiche nei confronti del sud prima o poi cessi. La verità è che siamo abituati a fare polemica per forza di inerzia, c’è chi guarda al sud solo per dare lezioni, bisognerà che ci si convinca che le lezioni bisogna apprenderle dal Sud”. Così il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, in diretta streaming su Fb. “Qualcuno dovrà imparare senza che ce lo dicano i giornali dell’America che al sud ci sono eccellenze mondiali come il Cotugno di Napoli Napoli – ha aggiunto – o come la regione Campania che realizza un ospedale vero in tre settimane”.

La Regione Campania conferma che sarà dato “un contributo extra ai medici e infermieri che sono stati in prima linea nella lotta al Coronavirus”. Lo ha rimarcato in diretta streaming il governatore Vincenzo De Luca. “Entro domani mattina mi auguro ci sia un incontro con le organizzazioni sindacali – ha spiegato – noi daremo il contributo a straordinario, credo che seguiremo lo schema dell’Emilia romagna. Cercheremo di trovare risorse aggiuntive a quelle del Governo ma il nostro impegno lo confermiamo”.

 

Sul fronte del turismo, De Luca ha aggiunto che sarà mantenuto il servizio di Frecciarossa da Milano al Cilento e il metrò del mare: “è un gesto di fiducia per il futuro” così De Luca.

Gli ultimi dati relativi ai contagi in Campania disegnano un “quadro rassicurante” che per il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, potrebbe “consentirci le prime riprese delle attività economiche”. Anche se chiarisce: “E’ ovvio che non torniamo a come eravamo tre mesi fa. Qualcuno mi ha scritto ‘ma così non possiamo riprendere la movida. Ma sei scemo o sei buono? Riprendiamo la movida? C’è gente che si è bevuto il cervello…”. “Serve rigore”, ha detto De Luca ma “il quadro ci consente di fare i primi passi in avanti significativi nel rilancio delle attività economiche. Forse domani apporteremo delle modifiche negli orari di consegna del cibo a domicilio”.

Se si dovesse andare a votare per le elezioni regionali a fine luglio, per il governatore della Campania, Vincenzo De Luca “non avremo grandissimi problemi”. E’ il periodo di “fine luglio” per lui “la data più utile”. Ad autunno, spiega in diretta streaming, “potrebbe verificarsi la prima epidemia di influenza, come dicono gli esperti il ritorno del coronavirus e quindi le regioni potrebbero andare in sofferenza”. Il rischio per De Luca è che “slitti tutto alla primavera 2021”. “Sarebbe ragionevole prendere una decisione a fine maggio insieme con ministero della salute – aggiunge – vediamo come è la situazione e se come speriamo il contagio rientra al 90% credo che l’ultima settimana di luglio sia la data utile”.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp