Coronavirus, da domani consentita l’attività delle strutture termali e dei centri benessere

Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL
Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Nuove aperture in Campania. Da domani 27 maggio riaprono i centri termali e i parchi, mentre da giovedì 28 maggio anche i circoli culturali e le attività di formazione professionale.

Via libera alle linee guida per le terme e i centri benessere che potranno riprendere le attività da domani. L’intesa dei governatori è arrivata nella tarda serata di ieri.

 

Le linee guida per le strutture termali e i centri benessere, riguardano anche quelle attive all’interno di ambiti ricettivi, e riguardano anche ambiti specifici come ad esempio fangoterapia e la balneoterapia (vasca singola o piscina) e cure inalatorie. 

Sarà necessario in ogni caso prima della riapertura dei centri eseguire adeguate opere di prevenzione e controllo del rischio di contaminazione del sistema idrico. Anche in questo caso prima dell’accesso alle strutture termali o ai centri benessere potrà essere rilevata la temperatura corporea e dovrà essere messo a punto un programma delle attività per prevenire eventuali condizioni di aggregazione e regolamentare i flussi delle persone che dovranno sempre indossare la mascherina nelle aree comuni al chiuso, prevedendo se possibile percorsi divisi per l’ingresso e l’uscita, privilegiando l’accesso alle strutture ai servizi tramite prenotazione.

Necessarie anche le dotazioni di dispenser per l’igiene delle mani ben visibili all’entrata e in aree strategiche per favorirne il loro utilizzo. Le linee guida non consentono l’uso promiscuo degli armadietti e fissano l’obbligo disporre di sacchetti per riporre i propri effetti personali. Tutte le attrezzature, che dovranno essere poste l’una dall’altra a una distanza di almeno 1,5 metri, dovranno poi essere disinfettate a ogni cambio di persona o nucleo familiare.

E’ vietato inoltre il consumo di alimenti negli ambienti termali o dei centri benessere che non hanno attività di ristorazione. Per quanto riguarda i trattamenti alla persona con distanze ravvicinate l’operatore dovrà indossare la visiera protettiva e mascherina FFP2 senza valvola. E’ consentito praticare massaggi senza guanti purchè l’operatore prima e dopo ogni cliente proceda al lavaggio e alla disinfezione delle mani e dell’avambraccio. Nelle piscine termali la densità di affollamento in vasca è calcolata con un indice di 7 mq di superficie di acqua a persona per le piscine dove le dimensioni e le regole dell’impianto consentono l’attività natatoria. in caso contrario sono sufficienti 4 mq di superficie di acqua a persona.

Necessario favorire le piscine esterne e limitare l’utilizzo di spazi interni. Invece le vasche o le zone idromassaggio che non possono rispettare le superfici di acqua per persona dovranno essere utilizzate da un solo bagnante alla volta, ad eccezione per appartenenti allo stesso nucleo familiare o conviventi.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp