Coronavirus, chiesto l’utilizzo dei forestali per la sanificazione. La risposta della C.M. Alburni

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber

Sanificare ogni giorno il territorio con l’aiuto degli operai della comunità montana degli Alburni. E’ la proposta del sindaco di Roscigno, Pino Palmieri, che riferisce di avere formalizzato la sua idea in una lettera inviata all’ente di Controne, oltre che alla Prefettura.

 

Il dilagare dell’emergenza Coronavirus, che impone restrizioni per tutti ma che suggerisce anche di adottare rigorose misure di igiene per prevenire il rischio contagio. Nella lettera Palmieri chiede di voler mettere a disposizione per il periodo emergenziale un modulo antincendio con autista per poterlo utilizzare per attività di sanificazione e igienizzazione del territorio comunale.

Palmieri ricorda che sul territorio degli Alburni ci sono 100 operai idraulico forestali, 30 automezzi e un camion con cannone nebulizzatore.

Intanto, però, è arrivata la precisazione della Comunità Montana degli Alburni. In una nota del Presidente del Consiglio della Comunità Montana, Martino Di Rosario, si legge che tenuto conto di quanto previsto dalla contrattazione collettiva applicata dal regolamento interno all’ente e  disposizioni dei decreti del Consiglio dei Ministri, è stata disposta la sospensione dell’attività lavorativa degli operai idraulico forestali a tempo indeterminato, a partire da domani, 14 marzo e fino al 3 aprile.

Le giornate di sospensione sono coperte utilizzando prioritariamente le ferie degli anni precedenti e le ferie già maturate dell’anno in corso. Qualora necessario saranno anticipate le ferie d’ufficio del mese di agosto.

 

Per ricevere le nostre notizie in tempo reale, unisciti gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber
 

Lascia un Commento