Coronavirus, calano i reati ma non le truffe agli anziani. Campania ancora a rischio

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo
Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL

Calano i crimini nel periodo della pandemia ma non le truffe agli anziani.

Nei primi 7 mesi del 2020 le truffe agli anziani sono calate del 13.3% rispetto allo stesso periodo del 2019. Il lockdown però ha inciso su questa tipologia di reato in maniera inferiore rispetto ad altri crimini.

 

La Campania risulta ancora tra le regioni più a rischio. Lo rende noto l’analisi della Direzione Centrale della Polizia Criminale secondo cui gli anziani vittime di truffa sono, prevalentemente, uomini tra i 65 e gli 80 anni. Al di sopra degli 80 anni invece aumentano nettamente le vittime di sesso femminile.

Il truffatore approfitta della buona fede e dell’ingenuità delle persone anziane ma soprattutto fa affidamento sulle ridotte capacità di reazione e anche del bisogno, a volte disperato, che l’anziano ha di avere relazioni sociali e rapporti umani.

Nel periodo della quarantena, ladri e truffatori hanno sfruttato un’ulteriore scusa per mettere a segno i loro colpi: l’emergenza e la paura nei confronti del virus.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp