Coronavirus, attivi primi posti terapia intensiva a Scafati. Si lavora per riaprire Agropoli

Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL
Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Sono stati attivati ieri i primi posti letto di terapia intensiva e di degenza per l’accoglienza di pazienti Covid-19 positivi presso il presidio ospedaliero Mauro Scarlato di Scafati.

Lo ha annunciato il direttore generale dell’Asl-Salerno, Mario Iervolino. Man mano che saranno completati, nelle prossime ore, i percorsi di sicurezza e l’approvvigionamento di base per la procedura assistenziale, saranno attivi altri posti letto. Iervolino ha spiegato che entro la fine della settimana saranno disponibili tutti i posti di degenza, fino a 62, mentre entro la fine del mese di marzo saranno attivi ulteriori 8 posti di terapia intensiva, con incluso il pronto soccorso Covid-19. Il programma, a regime, prevede che il plesso ospedaliero di Scafati possa accogliere, tra positivi e sospetti, fino a 80 pazienti.

 

Si lavora anche per riaprire l’ospedale di Agropoli che diventerà un Covid Hospital. Lo ha comunicato ieri sera il sindaco Adamo Coppola spiegando che, probabilmente, “già da lunedì inizieranno i lavori”. Lo stesso sindaco di Agropoli ha annunciato che il presidio ospedaliero potrà ospitare fino a “34 posti di terapia intensiva a pressione negativa e 48 posti per l’accoglienza dei pazienti”. 

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp