Coronavirus, anziani morti nelle case di riposo. Lo Spi Cgil pronta a costituirsi parte civile

Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL
Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

“Migliaia di anziani hanno perso la vita in strutture che avrebbero dovuto proteggerli. La generazione che ha ricostruito il nostro Paese dopo la tragedia del fascismo è stata decimata. Spesso, ciò è avvenuto a causa di errori, di superficialità, di assenza di protezione , di protocolli non applicati”.

E’ quanto afferma, il segretario generale del sindacato pensionati Spi Cgil Campania, Franco Tavella ribadendo che anche in Campania più di un ‘focolaio’ si è registrato nelle case di cura e di riposo per anziani. “E’ veramente paradossale, inaudito, che strutture sanitarie nate per proteggere e curare gli anziani siano diventate la causa della loro morte. Se ciò è successo, occorre individuarne errori, disattenzioni ​ e responsabilità.​

 

“Lo Spi Cgil della Campania, conclude Tavella, assume fin d’adesso la determinazione di costituirsi parte civile in eventuali processi che si apriranno.”​ ​ ​

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp