Corisa2, dramma a Salerno. Senza stipendio, minaccia di lanciarsi con il figlio (AUDIO)

Dramma del lavoro a Salerno dove un uomo è rimasto per oltre un quarto d’ora, appeso alla ringhiera del balcone situato al terzo piano della sede del Consorzio di Smaltimento dei rifiuti Sa2, in via Scavate Case Rosse, Bruno De Santis, dipendente della Gesco, società che opera per il Corisa 2.
Si sono vissuti momenti di
 terrore quando l'uomo ha minacciato di lanciarsi nel vuoto stringendo tra le braccia il figlio neonato di appena 40 giorni. Alla fine, la ragione ha avuto la meglio.

Riascolta le dichiarazioni disperate della moglie di Bruno de Santis e di un collega raccolte da Monica Di Mauro

Interviste Corisa2

Lascia un Commento