Contursi Terme, giovedì 3 agosto la restituzione alla comunità del Parco delle Querce confiscato alla camorra

Sarà restituito domani, alla comunità di Contursi Terme, il Parco delle Querce, un bene confiscato alla camorra e dal 2007 nella disponibilità del Comune.

In questi dieci anni, grazie anche al sostegno della Regione Campania, della Presidenza del Consiglio e del Dipartimento dei Beni confiscati, in questo bene confiscato alla malavita, sono stati realizzati una piscina con l’importo di 1,2 milioni di euro; un centro benessere e sport, in via di realizzazione, con un finanziamento di 4,3 milioni di euro; una struttura alberghiera e l’area di imbottigliamento della fonte Cantani, in fase di appalto con 9 milioni di euro. Quest’ultimo diventerà un Centro polivalente per lo studio e la valorizzazione enogastronomica della dieta mediterranea.

“E’ la partita più significativa che ci attende – così ha detto il sindaco di Contursi Terme, Alfonso Forlenza – Rimettere in funzione questo bene, renderlo fruibile è la vittoria più grande per affermare i valori della legalità e dello Stato”

Domani pomeriggio, alle 18.30, sarà inaugurata quindi l’attività di gestione dell’area della piscina con acqua sulfurea, il parco avventura e l’area della sorgente Cantani.

All’evento domani saranno presenti anche il Procuratore della Repubblica di Salerno, Corrado Lembo, il vice Presidente della Fondazione Polis, don Tonino Palmese, il vice presidente della Coop sociale Tertium Millennium, don Vincenzo Federico e il Presidente della Provincia, Giuseppe Canfora, i sindaci del territorio.

Commenti (2)

  1. nicoletta d'antuono 03/08/2017
  2. Mimmo mele 03/08/2017

Lascia un Commento